L'arte della spada
non si insegna facilmente
Come i draghi
e gli arcobaleni
é assai misteriosa
Se usate la spada
per tagliare e fendere
San Feng riderà
fino ad evaporare
come la rugiada

Autore ignoto

 

 

LE ARMI

La pratica delle armi rafforza le radici marziali, favorisce maggior intento nei movimenti, allarga il repertorio di conoscenza ad altri movimenti, aumenta il controllo e il fluire del Chi, dona leggerezza e padronanza nell'esecuzione delle forme.

Sicurezza e cura delle armi sono principi fondamentali dell'apprendimento, si deve stare attenti a non farsi e non fare del male, vanno custodite in posti sicuri evitando di farle rovinare per incuria.

Nel loro uso é facile confondere l'intenzione con la forza che va evitata perché impedisce di percepire la forza dell'altro.

Gli occhi e la mente vanno posati sulla punta dell'arma guidandone il movimento.

Ogni esitazione, accellerazione o oscillazione viene amplificata e sarà solamente una lunga pratica a dare la padronanza della leggerezza e fluidità.

Spada
viene utilizzata principalmente come arma a doppio taglio a cui si aggiunge alcune volte l'uso della punta
Sciabola
essendo molto pesante non viene molto praticata, ha un solo taglio
Bastone
deriva dalla forma praticata con la lancia anche se molto lungo la maneggibilità é equilibrata dalla sua leggerezza
Anelli
si usano entrambe le mani, aiutano nella coordinazione e nell'apprendimento dell'uso del Chi. In Europa vengono insegnati solo dalla nostra Accademia
Ventaglio
dotato di lama al proprio interno viene usato, sia aperto che chiuso, nei combattimenti ravvicinati